Gazebo

by francismadphotography

Gazebo

Un attimo di pausa, un momento per ascoltarsi, un rifugio dove qualche volta le lancette dell’orologio passeggiano anziché correre: queste sono le basi su cui poggia questo piccolo concept fotografico. Un’esigenza di cui si dovrebbe necessitare quando troppo spesso si usa il tempo in maniera esasperata, un modo per spiegare che non sempre il silenzio e la solitudine possono essere dimensioni tristi e negative ma anzi, possono essere strumenti che aiutano a comprendere e ponderare, che liberano dalle convenzioni, che mettono in comunicazione noi stessi con le parti più intime del proprio Io. Con queste immagini mi ispiro a tutto questo utilizzando uno degli ambienti più ”homey” che conosca e che avessi a disposizione.

Grazie a Mary Zi per aver posato

————————————————————————————————

A Break moment to listen myself, a refuge where sometimes the clock walking instead of running: these are the foundations upon which this little concept photo is grown. A requirement which should require when we look at the clock and always be late, a way to explain that silence and solitude couldn’t be always considered negative but on the contrary they help us to understand and ponder, to be free from conventions, they put us in communication with the most intimate parts of ourselves. With these images I’m inspired by all this using one of the most homey place that I know.
Thanks to Mary Z. for posing.